Isabella Andreini

Una letterata in scena - a cura di Carlo Manfio

Il Poligrafo, 2014, Soggetti rivelati, n° 50, 220 pages, ISBN 88-7115-871-7

"Non è possibile il poter con lingua narrare il valore e la virtù di questa donna", annotava Giuseppe Pavoni nel descrivere il primo grande successo di Isabella Andreini. Attrice notissima e poetessa, nata a Padova nel 1562 e morta a Lione nel 1604, Isabella calco le scene dei più grandi teatri europei, diventando in pochissimo tempo una vera e propria diva, acclamata e richiesta perfino alla Corte di Enrico IV, re di Francia, talmente famosa da dare il nome a una delle maschere della Commedia dell'Arte, l'Innamorata.

Gli scritti qui presentati mettono in luce diversi aspetti della persona e del personaggio Isabella, esplorandone la vita, l'arte e l'attività letteraria, ma anche il rapporto con le Accademie e la diffusione iconografica del suo ritratto in incisioni e dipinti.

Ne emerge il profilo di una donna, prima che di un'attrice, capace di esprimere con lucida intensità passioni e stati d'animo, e di provocare, sempre secondo le parole di Giuseppe Pavoni, "tal mormorio, meraviglia ne gli ascoltatori, che mentre durerà il mondo, sempre sarà lodata la sua bella eloquenza, e valore".